Primavera

In questi giorni il cambio di stagione propaga
nello spazio circostante un'aria soporifera.
Ciò produce in noi una sensazione di inerzia,
di apatia: la stanchezza che percepiamo sembra
impedirci di svolgere con abnegazione i nostri
lavori. Finalizzare gli sforzi invernali pare
allora assai duro. Al primo sguardo attorno a noi,
l'aria fredda e penetrante si muta in afa e il
cielo stinge il suo colore. La rotazione celeste
ha già annunciato il cambiamento. Il nostro umore
è mutato: lo status di concentrazione che appesantiva
i nostri pensieri e corrugava la nostra fronte si
estende e diviene sorriso. Improvvisamente. Cosa e'
accaduto ? Perche' ? Perpetuiamo ciò che nei cieli
avviene. Nel nostro universo interiore accade
esattamente cio' che avviene all'esterno di esso.
Dobbiamo allora favorire le attivita' favorite dalla
stagione: solo in tal modo possiamo portare a
compimento i nostri obiettivi. Se invece ci opporremo
al cambiamento e alla sua venuta improvvisa, i nostri
progetti saranno spezzati. Cio' che accade in alto
avviene in basso. E' dentro di noi che arriva
la primavera.

Miao Yin

Tao