Aspettative


Meditiamo senza pensare ai risultati.
Meditiamo senza pensare.
Solo allora la forza interiore affiorera'.
Nella società competitiva ognuno di noi manifesta delle ambizioni:
l'aggressività e la malizia sono a volte neccessarie alla nostra
sopravvivenza. Nell'astrale tali atteggiamenti sono privi di
significato. Quello che serve all'esterno è inutile per l'interno.
Durante la meditazione non dobbiamo pensare a un utile. Se
perseguiremo dei risultati, questi ci sfuggiranno. E' certo che
abbiamo uno scopo per meditare ma di questo dobbiamo perdere
il ricordo durante la meditazione. Se sospendiamo l'aspettativa, i
risultati si manifesteranno. Piu' ci agitiamo e fomentiamo desideri
individualistici, più saremo frustrati. Se la mente medita un
guadagno, crea una barriera che in modo inevitabile, impedisce il
conseguimento dei risultati in cui speravamo. Dobbiamo abbandonare
il pensiero dello scopo, non lo scopo. La spiritualità trascende la
convenienza e il ragionamento. Solo sospendendo la nostra corrente
razionalità si coglierà il divino.

Miao Yin

Tao