Mandala

Cosa ho fatto oggi ?
Mi sono svegliato. Ho percorso un viale alberato.
Ho lavorato. Poi il ritorno.
Ho letto. Quindi la meditazione.
Ho dormito.
Il mandala e' il cerchio sanscrito.
Il mandala e' l'universo. Il mandala siamo noi.
Esso indica la via per l'illuminazione: dal perimetro esterno
si giunge all'interno attraverso il percorso della meditazione,
che simboleggia la gradualita' del cammino.
Dipinto su stoffa o tracciato sul suolo con polveri colorate,
il diagramma aiutera' la nostra meditazione: potremo
trasferire la nostra mente sul mandala, scomporre i
nostri pensieri nei settori del mandala, e una volta liberi
dalle impurita', ritrovare il centro.
Raggiunto il centro, i pensieri egoistici abbandonano
la nostra persona. Il canto, il rituale e gli oggetti di culto
sono anch'essi mandala dove trasferire il nostro corpo.
Quotidianamente possiamo scomporre la nostra giornata
nelle nostre azioni: tale esercizio ci aiutera' a cogliere
l'insieme. Paraddosalmente, solo attraverso la scomposizione
si giunge all'unita'. E in ogni azione il mandala sara' visibile
poiche' ogni azione lo contiene.

Miao Yin

Tao